Seguici su:
Cerca
Articoli Recenti
Categorie
Archivio
Fase lunare

Waxing Crescent Moon
Waxing Crescent Moon

The moon is currently in Capricorn
The moon is 4 days old
Solar Dynamics Observatory 2020-10-21T19:38:51Z
Observatory: SDO
Instrument: AIA
Detector: AIA
Measurement: 193
Statistiche
Total 1526 3261
Today 3 12
This Week 14 34
This Month 121 243

Articoli marcati con tag ‘Giugno’

Giugno 2018, che osservare ?

 


CARTE DEL CIELO

Orizzonti  —>  NORD  –  EST  –  SUD  –  OVEST  <—  e  —> ZENIT <—

21 Giugno: Solstizio d’Estate

Luna:

Novilunio il 13, Plenilunio il 28.

Pianeti:

Mercurio: Inosservabile a inizio mese, il giorno 6 entra in congiunzione con il Sole. Per fine mese torna ben visibile a Ovest, sotto a Venere.

Venere: Reduce dal miglior periodo di visibilità del mese scorso, inizia una lenta diminuzione del suo periodo di visibilità che si riduce a circa 2h e 15m dopo il Sole, a fine mese.

Marte: Continua ad anticiparsi e per fine mese lo si vedrà comparire ad Oriente prima di mezzanotte.

Giove: Reduce dall’opposizione al Sole del mese scorso, continua a rimanere ben visibile per tutto il mese.

Saturno: Mese propizio per l’osservazione del Signore degli Anelli che entra infatti, il 27, in Opposizione al Sole, dove sarà visibile per tutta la notte al massimo della sua luminosità (per il 2018) ed alla minima distanza da noi (circa 1.350 milioni di km).

Urano: Visibile ad EST prima del sorgere del Sole, durante il mese si anticipa e incrementa il suo periodo di osservabilità (al limite dell’occhio nudo, consigliato l’uso di un telescopio).

Nettuno:  Visibile a SE nella seconda parte della notte prima del sorgere del Sole, il tempo a disposizione per osservarlo tende ad aumentare nel corso del mese, a fine mese infatti sorge poco dopo la mezzanotte (oltre i limiti della visibilità ad occhio nudo, è indispensabile un telescopio).

Plutone: Continuano a migliorare le condizioni di osservabilità, a fine mese infatti sarà visibile per quasi tutta la notte. Il 12 Luglio infatti entra in opposizione al Sole (data la sua scarsa luminosità è sempre indispensabile un buon telescopio per osservarlo). 

Eventi:

Notte tra il 31 Maggio e il 1 Giugno:  Congiunzione tra Luna e Saturno.

Notte tra il 2 e il 3: Congiunzione tra Luna e Marte , poco dopo la mezzanotte.

Sera del 16: Luna (falce) entra in Congiunzione con Venere (mappa).

Sera del 20: Congiunzione tra Venere e M44 (ammasso del Presepe).

Sera del 23: Congiunzione tra Luna e Giove.

Sera del 27: Seconda Congiunzione tra Luna e Saturno, Luna praticamente Piena e Saturno in Opposizione !

Cielo Profondo:

Ammasso Globulare di Ercole (M13 o NGC6205): visibile nell’omonima costellazione.

Nube Stellare del Sagittario o Nube delle Caustiche (M24): Ammasso Aperto visibile nella costellazione del Sagittario.

Nebulosa Manubrio (M27 o NGC6853): visibile nella costellazione della Volpetta.

Ammasso del Presepe (M44 o NGC2632): Ammasso aperto visibile nella costellazione del Cancro.

 

Cieli Sereni  😀

Fonti: 
Commissione Divulgazione UAI – Unione Astrofili ItalianiWikipedia


 

Giugno 2017, che osservare ?

CARTE DEL CIELO

Orizzonti  —>  NORD  –  EST  –  SUD  –  OVEST  <—  e  —> ZENIT <—

 

Il Triangolo Estivo: Deneb (costellazione del Cigno), Vega (cost. Lira) e Altair (cost. Aquila)

 

21 Giugno: Solstizio d’estate

 

Cielo Profondo:

M4 – ammasso globulare, nella costellazione dello Scorpione

M5 – ammasso globulare, nella costellazione del Serpente

Nebulosa Trifida e Nebulosa Laguna – nebulose diffuse, nel Sagittario

M29M39 – ammassi aperti, nel Cigno

Cr399 o Attaccapanni – ammasso aperto, nella Volpetta

M44 o Presepe – nel Cancro

Ammasso Doppio h+X Per – nel Perseo

M101Girandola – galassia a spirale, nell’Orsa Maggiore

M104Sombrero – galassia a spirale, nella Vergine

M13 – ammasso globulare, nell’Ercole

Mel111Ammasso della Chioma – ammasso aperto, quasi allo zenit, nella Chioma di Berenice

NGC7000 o Nebulosa Nord America, nel Cigno

NGC5139Omega Centauri – ammasso globulare, nel Centauro

 

Pianeti:

Mercurio: Difficilmente osservabile al mattino e molto basso sull’orizzonte a inizio mese, quando sorge appena un’ora prima del sole; a fine mese stessa situazione ma in serata, quando tramonta meno di un’ora dopo il sole.

Venere: Migliora la visibilità mattutina del pianeta, che sorge 2h prima del sole a inizio mese e passa a 2h e mezzo a fine mese.

Marte: Ormai inosservabile, bassissimo sull’orizzonte si avvicina alla congiunzione con il Sole.

Giove: Rimane sempre ben visibile per gran parte della notte.

Saturno: Mese migliore dell’anno per l’osservazione del pianeta; il 15 è in opposizione al Sole e quindi ben luminoso ed osservabile per tutta la notte.

Urano: Migliora l’osservabilità del pianeta (al limite della visibilità ad occhio nudo), ad Est nelle ore che precedono il sorgere del Sole; nel corso del mese continuerà ad anticipare il suo sorgere.

Nettuno: Come per Urano, migliora l’osservabilità (con un telescopio) e nella seconda parte della notte è a Sud-Est nelle ore che precedono l’alba; osservabilità continua a migliorare nell’arco del mese.

Plutone: Osservabile (con un buon telescopio) per gran parte della notte, si avvicina ad opposizione con il Sole, a fine mese diventerà visibile per tutta la notte.

 

Eventi:

Notte tra 3 e 4 Giugno: Congiunzione Luna-Giove nella Vergine, ore mezzanotte circa.

Notte tra il 9 e 10 Giugno: Congiunzone Luna-Saturno, ore 01.00 circa.

15 Giugno: Saturno in opposizione al Sole.

20 Giugno: Congiunzione Luna-Venere, ore 03:30 circa.

 

Luna:

Plenilunio al 9 del mese e Novilunio al 24.

 

Cieli Sereni

Fonti: UAI e Wikipedia